Categorie
progetti

Ricibiamo

CONCORSO “Miglior Ricetta Ricibiamo”

Contest destinato a chef professionisti e appassionati di cucina di tutto il territorio nazionale che punta a valorizzare le buone pratiche di sostenibilità alimentare attraverso la premiazione delle migliori ricette antispreco.

Edizione 2022:

Premiazione

RICIBIAMO – CHI AMA IL CIBO NON LO SPRECA

“RicibiAMO chi ama il cibo non lo spreca” è un progetto finalizzato alla riduzione dello spreco alimentare nella ristorazione. L’iniziativa, nata nel 2013 dalla collaborazione tra PiaceCiboSano ed Università Cattolica del Sacro Cuore ed inserita nel Piano Nazionale Prevenzione degli Sprechi Alimentari (PINPAS), promuove lo sviluppo delle comunità attraverso:

  • La definizione di pratiche di produzione e consumo virtuose e sostenibili per la riduzione dello spreco alimentare
  • La creazione di nuove competenze professionali
  • La realizzazione di un campagne di informazione/formazione sulla riduzione dello spreco
  • L’applicazione di sgravi fiscali
RicibiAMO ha come obiettivo prioritario la creazione di una rete nazionale di ristoratori responsabili e sostenibili che si impegnano ad adottare buone pratiche per contrastare lo spreco alimentare in cucina e in sala, comunicandolo in trasparenza ai loro clienti, elaborando ricette sostenibili da inserire nel menù e riducendo i rifiuti di cibo.

Tra i servizi messi a disposizione, il progetto prevede la fornitura della FamilyBox, un kit sostenibile composto da una borsa robusta in carta riciclata e un contenitore in pura cellulosa totalmente riciclabile e compostabile. Scopo del kit è invitare ed invogliare i clienti a portare a casa in modo sicuro il cibo non consumato.

La FamilyBox è disponibile anche per consumatori e tutti i soggetti o realtà interessate.
Interesse dell’iniziativa è estendere la rete anche a scuole, associazioni e consumatori per lo studio e la realizzazione di pratiche anti-spreco sostenibili.
Inoltre, all’interno del progetto RicibiAMO, l’associazione PiaceCiboSano organizza eventi di disseminazione e informazione tra cui rassegne enogastronomiche dedicate a menù sostenibili, aperitivi sostenibili e concorsi come “Miglior ricetta RicibiAMO” per valorizzare e dare visibilità alle buone pratiche adottate dai membri della rete.

Per maggiori informazioni sul progetto, adesione alla rete e FamilyBox, scrivi a info@piacecibosano.it




I Ristoranti e gli esercizi commerciali che aderiscono a RicibiAMO

Categorie
progetti

Ristorazione Sostenibile RS360

RS360 è un programma volontario di certificazione per la ristorazione regionale, adatto a ogni tipo di ristorante dell’Emilia-Romagna. A 360° perchè considera aspetti ambientali, economici e sociali e offre una visione ampia e olistica della sostenibilità.

RS360 rappresenta un modo semplice e concreto per valorizzare le scelte gestionali del ristoratore, consapevole che per vincere la concorrenza ed innovare con successo deve indirizzare gli sforzi verso il miglioramento continuo.

È un’opportunità per il ristoratore di condividere con trasparenza i propri impegni responsabili ai clienti ed a tutti i portatori di interesse. Il ristoratore avrà la possibilità di valutare e misurare le proprie prestazioni di sostenibilità, anticipando così le sfide del futuro.

La filiera ristorativa e il settore della ristorazione saranno un laboratorio, “una cucina di sostenibilità” dove si elaboreranno ricette di economia, sociologia ed ecologia.

Con la messa in pratica esperienziale del programma i ristoratori saranno abilitati a comprendere quali sono gli ingredienti e come cucinare la sostenibilità.

RS360 è un programma inclusivo, partecipato perché condiviso tra i portatori di interesse e consistente perché validato da un Comitato Scientifico, composto da membri della comunità tecnico-scientifica del settore, che ne garantisce la solidità ed il continuo adeguamento alle più avanzate conoscenze.

IL RISTORATORE SOSTENIBILE È colui che:

Rispetta la terra e il cibo, gestendo le risorse che impiega con consapevolezza e senso di responsabilità.
Ha cura delle persone, del personale e dei clienti, sostiene aziende impegnate nel sociale e apre il suo ristorante alla collettività.
Si impegna e crea opportunità nel territorio in cui opera, investe in tecnologie e formazione per ridurre l’impatto ambientale, migliorare e rendere più sicuri i processi di lavoro.

COSA FA UN RISTORATORE SOSTENIBILE?

COME FUNZIONA IL PROCESSO DI CERTIFICAZIONE?

Per avere altre informazioni o per aderire al progetto:
– scrivi a info@piacecibosano.com
– visita il sito dedicato al progetto www.ristorazionesostenibile360.it
Un progetto di:

Con il contributo di:

Categorie
progetti

A scuola alimentiAMO una merenda sana

L’obiettivo generale di progetto è quello di adeguare l’offerta alimentare con riferimento al pasto della merenda alle esigenze nutrizionali dei ragazzi, con un occhio agli aspetti di sostenibilità, sia delle caratteristiche intrinseche dell’alimento, che di quelle estrinseche.

Il progetto prevede lo studio e l’identificazione di alimenti fruibili come merenda consumata a scuola con le seguenti caratteristiche:

  • buona qualità nutrizionale (i.e. ridotto contenuto in zuccheri e sale)
  • di preferibile provenienza del territorio
  • fresca e di stagione
  • trasparenza (indicazione precisa sulla provenienza della materia prima, trasformazione…)
  • varia
  • semplice e non elaborata
  • con ingredienti ben identificabili.

Tali alimenti sono forniti e serviti da aziende del territorio che, partecipando a questo progetto, si impegnano in un’azione comune di Responsabilità Sociale d’Impresa, volta a coinvolgere il mondo scolastico e a ridurre con esso le distanze al fine anche di educare, attraverso azioni concrete, i giovani studenti.

Le aziende si impegnano inoltre a:

  • proporre alimenti che rispettino le caratteristiche di merenda sana sopra elencata
  • fornire i dettagli su materie prime e trasformazione degli alimenti
  • ospitare alcuni studenti in azienda per vista ed evento di formazione e educazione
  • identificare un manifesto di RSI per poter mettere a valore il loro impegno nel progetto e gli impegni futuri in materia di sostenibilità
  • interagire fra loro per creare un meccanismo di fornitura virtuoso e efficiente all’interno del territorio anche nell’ottica dell’economia circolare.

Gli Obiettivi

Gli obiettivi del progetto si distinguono tra quelli auspicabili per le aziende partecipanti e quelli auspicabili per le scuole.

AREA DI INTEREVENTO: AZIENDE

INCREMENTO DI AZIONI E INTERVENTI IN MATERIA DI RESPONSABILITA’ SOCIALE DI IMPRESA

Gli obiettivi identificati per le aziende sono:

la costruzione di una rete di soggetti che:

  • intende resistere e reagire ad un mercato, locale ed internazionale che tende ad uniformare;
  • oltre alla valorizzazione del proprio impegno nei confronti del bene comune e del territorio chiede di poter lavorare CON il territorio e NON SOLO per il territorio.
  • permetta di individuare le soluzioni più adeguate ai contesti locali, catalizzando le risorse e le competenze presenti sul territorio;
  • permetta di rinnovare la cultura di impresa promuovendo lo sviluppo di una comunità equilibrata e rispettosa del diritto di ciascuno di esprimere le proprie capacità, idee e attitudini, in un contesto il più possibile vicino ai propri bisogni e nell’ottica di uno sviluppo economico sostenibile;
  • riduca il gap fra settore aziendale e formazione e coinvolga maggiormente e funga da catalizzatore per il coinvolgimento delle aziende sugli scopi educativi dei ragazzi per accrescere una maggiore competenza ed avvicinare il profilo dello studente a quello professionale richiesto.

AREA DI INTEREVENTO: SCUOLE

ESITI EDUCATIVI

Esiti didattici: (nelle classi seconde in cui già il programma curricolare di scienze prevede conoscenze di alimentazione)

a) Acquisizione di conoscenze e consapevolezza delle caratteristiche nutrizionali e di sostenibilità della merenda che i ragazzi fanno a ricreazione:

  • I principi nutritivi
  • Gli addittivi alimentari
  • Alimentazione corretta ed equilibrata come mezzo di prevenzione

b) Acquisizione di abilità:

  • Conoscere la composizione e la funzione dei diversi alimenti
  • Distinguere gli alimenti in base alla loro densità calorica
  • Riconoscere gli addittivi alimentari più comuni e le loro funzioni
  • Esemplificare le regole per un’alimentazione corretta
  • Saper leggere in modo ragionato le etichette dei prodotti alimentari.


Esiti relazionali:

a) Confrontarsi ed apprendere nel gruppo classe (ascoltare gli altri, offrire le proprie conoscenze agli altri, collaborare per un progetto comune)

b) Aprirsi con curiosità verso il reale

c) Mettere in pratica le indicazioni per un’alimentazione equilibrata in relazione al benessere psicofisico


Ricadute sull’organizzazione

La conoscenza dei principi nutritivi contenuti negli alimenti e le quantità corrette da assumere diventa cruciale perché “nel periodo della vita compreso tra l’inizio della pubertà e l’inizio dell’età adulta (dagli 11 ai 18 anni circa) grazie ad una maggiore autonomia e libertà di movimento, possono presentarsi varie occasioni di per compiere scelte alimentari autonome al di fuori dell’ambito domestico” (da “Linee guida per l’educazione alimentare nella scuola italiana” pubblicazione del MIUR del 20/10/2011). Le indicazioni dell’OMS invitano le popolazioni a comportamenti alimentari atti a prevenire molte gravi malattie, compresa l’obesità.

“La promozione di un’alimentazione sana tra i bambini è auspicabile visto il continuo aumento della malattia in questa fascia d’età “ (A.Cattori, Prevenzione dell’obesità attraverso un’educazione alimentare nell’infanzia, teoria e creazione di strumenti pedagogici concreti. Novembre 1999).

Ricadute sulla formazione personale:

a) Acquisizione di conoscenze relative alla cura e al controllo della propria salute attraverso una corretta alimentazione

b) Acquisizione della consapevolezza che qualunque sostanza chimica introdotta nell’organismo, viene assorbita, trasformata, trattenuta o eliminata, modificandone la struttura con conseguenze positive o negative sulla salute che dipendono dalle scelte personali

c) Rendere consapevoli i ragazzi di quello che attualmente dispongono (le macchinette) e cosa mangiano durante le ricreazioni.

d) Acquisizione di un nuovo stile di vita


Classi I – II – III della Scuola Media Dante Carducci

Il presente progetto è frutto del perseguimento dell’attività progettuale che si è tenuta nell’anno scolastico 2017/2018 che ha visto lo sviluppo dei seguenti step:
  • Indagine sui cibi delle macchinette (proposta di cinque domande al massimo da sottoporre a ciascun allievo) e sui momenti delle pause scolastiche per gustare una merenda sana
  • Somministrazione di un questionario sulle abitudini alimentari con particolare focus sulla merenda.
  • Analisi delle risposte (effettuata da personale esterno alla scuola)
  • Restituzione dei risultati alle classi (giornata dedicata alla “merenda a scuola”) a cui abbinare un Cafèxpo sul tema “Merenda sana cosa significa?”
  • Analisi dei risultati dell’indagine di ogni classe e assunzione di decisioni sostenibili per la scuola proposte dagli stessi ragazzi.
  • Costruzione di un progetto di fattibilità condiviso all’interno delle classi.

    Le attività progettuali prevedono il coinvolgimento di:

    • Associazione di Promoione SocialePiacecibosano
    • Istituto Professionale Alberghiero “G. Marcora”
    • Aziende agricole
    • Scuola Secondaria di I Grado Dante-Carducci
    • Centro di ricerca universitario OPERA dell’Università Cattolica del Sacro Cuore

    FASE DI SPERIMENTAZIONE DEL PROGETTO

    Categorie
    progetti

    Waterprotect

    WATERPROTECT: tecniche green per la protezione delle acque potabili

    WATERPROTECT (Innovative tools enabling drinking WATER PROTECTion in rural and urban environments) è un progetto appartenente al programma comunitario HORIZON 2020 sulla diffusione di sistemi innovativi per la protezione delle acque in ambienti rurali e urbani.

    Il progetto (che ha come capofila VITO, ente di ricerca del governo belga) coinvolge 27 Partners europei e si propone di diffondere un sistema efficace di contenimento/riduzione della eventuale contaminazione puntuale o diffusa delle acque sotterranee da pesticidi e nitrati utilizzati in agricoltura. In particolare, attraverso 7 casi-studio vengono approfonditi gli aspetti dell’impatto di tali inquinanti in 7 aree europee, diverse per condizioni pedo-climatiche, sistemi e tipologia di coltivazione.

    Il caso-studio Italia prevede la partecipazione di 3 soggetti locali: Arpae, Università Cattolica del Sacro Cuore, Associazione PiaceCiboSano, tutti con sede a Piacenza).

    La durata del progetto è di 36 mesi, e si chiuderà quindi il 31 maggio 2020.

    Pagina progetto europeo – https://water-protect.eu/

    Pagina action lab italiano – http://www.bevisicuro.info/project/waterprotect/

    Pagina sul sito di ARPAE – https://www.arpae.it/dettaglio_generale.asp?id=3909&idlivello=1931


    Viticoltori con pozzo della Val Tidone
    Attraverso 7 casi-studio vengono approfonditi gli aspetti dell’impatto di tali inquinanti in 7 aree europee, diverse per condizioni pedo-climatiche, sistemi e tipologia di coltivazione.
    Il caso-studio Italia è affidato all´Università Cattolica del Sacro Cuore, Arpae, Associazione PiaceCiboSano, tutti con sede a Piacenza. L’obiettivo locale è quello di identificare la diffusione della conoscenza e l´applicazione delle buone pratiche agricole in viticoltura (BMPs), approfondendo uno specifico comparto territoriale, la Val Tidone, vocata tradizionalmente alla coltivazione e trasformazione della vite.

    Il progetto può essere realizzato grazie alla disponibilità e fattiva collaborazione della Cantina Vicobarone, che ha messo a disposizione già nella campagna di raccolta delle uve 2017 i propri Soci e relative realtà.

    Categorie
    progetti

    Mangiare a Scuola

    Mangiare a Scuola

    Educazione alimentare partecipata con gli adolescenti

    “Mangiare a Scuola – Aggiungi un posto a tavola” è un programma di educazione alimentare, lanciato con l’obiettivo di guidare gli adolescenti ad una vera consapevolezza nei confronti delle scelte alimentari.
    Il progetto mira a stimolare la discussione rispetto al tema dell’alimentazione e del cibo, guidando gli studenti all’identificazione degli argomenti di maggiore interesse.

    Argomenti:
    – nutrizione e sport
    – alimentazione vegetariana e vegana
    – cibo e cultura
    – disordini alimentari
    – scelte consapevoli e sostenibilità

    Studenti e insegnanti della Scuola Superiore.

    Il progetto promuove l’educazione alimentare secondo un approccio partecipativo, che coinvolge gli attori del mondo dell’istruzione superiore.

    Azioni:

    • Identificazione, da parte degli studenti, delle tematiche di maggiore interesse sul tema dell’alimentazione
    • Organizzazione degli argomenti in 5 macro-gruppi
    • Analisi delle fonti e discussione
    • Interviste ad adolescenti, insegnanti e cittadini, per identificare le priorità rispetto a ciascun tema
    • Realizzazioni di contenuti per la presentazione dei risultati (ricerche bibliografiche, report, materiali multimediali)
    • Presentazione dei risultati presso Expo Milano 2015

    Piacenza

    Per info su sviluppo e trasferibilità del progetto, scrivi a info@piacecibosano.com

    Categorie
    progetti

    CaffExpo

    CAFFEXPO

    Nato nel 2012 da un’idea del Centro di Ricerca sull’Agricoltura Sostebile OPERA e sviluppata grazie alla collaborazione con la Scuola di Dottorato Agrisystem e il Centro di Ateneo ExpoLAB, CaffExpo consiste in una serie di incontri e dibattiti che mirano alla diffusione di conoscenza e consapevolezza tra i cittadini sul tema di Expo Milano 2015 “Nutrire il Pianeta, Energia per la vita”.

    Alimentazione e sostenibilità: un grande tema, dalle mille sfaccettature e che si presta a svariate interpretazioni. Come cittadini, siamo coscienti che, oggi più che mai, è necessario un forte impegno per riuscire a convertire i paradigmi della produzione e dei consumi verso sistemi più equi e sostenibili, che possano consentire una crescita economica che avvenga nel rispetto dell’ambiente e della società.

    In considerazione della vastità del tema, e del successo riscontrato nel corso dell’iniziativa, i CaffExpo non si sono esauriti con il termine dell’Esposizione Universale.
    Il progetto è oggi ancora attivo: i CaffExpo possono essere organizzati in qualsiasi luogo e su proposta (previa valutazione del Comitato Scientifico) di chiunque abbia interesse a sviluppare la discussione su un argomento specifico legato al tema della sostenibilità.

    Materiali e prodotti della ricerca

    Eventi: dal 2012, anno dei primi incontri, sono stati organizzati più di 80 eventi, all’interno di Università, bar, piazze cittadine, parchi, cinema e musei.
    Pubblicazioni divulgative: dagli incontri sono stati sviluppati numerosi articoli scientifico-divulgativi, pubblicati su quotidiani, riviste specializzate e sito web.
    Collana editoriale: “I libri di CaffExpo” (edita da Mattioli 1885).

    PiaceCiboSano e CaffExpo

    PiaceCiboSano collabora attivamente con CaffExpo rispetto all’organizzazione, realizzazione e comunicazione degli eventi.

    Gli aperitivi del territorio

    Tra gli obiettivi di PiaceCiboSano troviamo la valorizzazione dei prodotti tipici, espressione profonda del legame tra l’uomo, il suo territorio e la sua cultura. Ecco perchè PiaceCiboSano cura l’organizzazione degli aperitivi CaffExpo, attraverso un’attenta selezione dei prodotti delle aziende che partecipano al network PiaceCiboSano e la loro valorizzazione grazie ad un’attenta strategia di comunicazione.

    aperitivo sostenibile organizzato da Piacecibosano per caffexpo

    Collaborazioni

    Azienda Agricola Morini
    Cantina Vicobarone
    Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione di Piacenza G.Marcora

    www.caffexpo.com

    Cittadini, studenti, ricercatori interessati ad approfondire i temi legati all’alimentazione e allo sviluppo sostenibile.Gli incontri CaffExpo sono caratterizzati da un format specifico, pensato per garantire il maggior grado possibile di coinvolgimento del pubblico.
    Il dibattito è organizzato in un luogo informale.
    Durante ogni incontro, l’ospite (un personaggio che si è distinto per la sua competenza e il suo impegno “pratico” sul tema, a qualsIasi livello: imprenditoriale, scientifico-accademico, sociale, associativo, educativo) viene “provocato” da uno studente o un ricercatore.
    Il dibattito è moderato da un docente specializzato nella materia.

    Nazionale e internazionale. Dal 2012, sono stati realizzati eventi CaffExpò in tutta Italia (prevalentemente in Lombardia ed Emilia Romagna) e all’estero (Bruxelles, Monaco di Baviera).

    Per info su sviluppo e trasferibilità del progetto, o per proporre un CaffExpo sul tuo territorio, scrivi a info@piacecibosano.com

    Categorie
    progetti

    Montagne emblematiche del Mediterraneo

    EMBLEMATIC MEDITERRANEAN MOUNTAINS

    Emblematic Mediterranean Mountains è un progetto internazionale per la costituzione di un network sostenibile di “montagne emblematiche mediterranee”.

    Obiettivo principale è lo scambio di esperienze, know how e modelli organizzativi per questi territori dal forte potenziale turistico stabilendo, al tempo stesso, delle responsabilità condivise per il rispetto e la conservazione di tali fragili e preziosi ecosistemi. .

    Il progetto è implementato e finanziato nell’ambito dell’approccio LEADER del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013.

    PiaceCiboSano collabora come partner associato all’interno del network.

    www.emblematicmedmount.eu

    Partner del progetto
    LAG Terres Romanes en Pays Catalan (France)
    LAG Pays Pyrenees Mediterranee (France)
    LAG Pieriki Anaptixiaki S.A.-O.L.A (Greece)
    LAG Razlog (Bulgaria).

    Partner Associati
    PiaceCiboSano (Italy)
    Grand Site massif de Canigo (France)
    Grande Site Sainte Victoire (France)
    Agency for Development of Bergueda (Spain)

    PIaceCiboSano partecipa al progetto in qualità di Partner Associato.

    Nel corso del Progetto sono stati realizzati i seguenti prodotti:

    1. Schede montagne emblematiche It – presentazione di alcune potenziali montagne emblematiche italiane nel Nord, Centro e Sud Italia.
    2. Factsheet and charter e “carta degli intent”
    3. Materiali di comunicazione per la promozione del network

    3. Partecipazione a meeting di progetto in Grecia (presentazione, in qualità di esperti, del significato dell’espressione “montagna emblematica”), e in Bulgaria (Razlog)
    4- Report di sintesi e roadmap all’interno dei Work Package.
    Massif de Canigou (France)
    Saint-Victoire (France)
    Pirin mountain (Bulgaria)
    Mount Olympus (Greece)
    El Pedraforca (Spain)

    Per info su sviluppo e trasferibilità del progetto, scrivi a info@piacecibosano.com

    Categorie
    progetti

    Responsabilità Sociale di Impresa

    Responsabilità Sociale di Impresa (RSI)

    Il Laboratorio per la Responsabilità Sociale di Impresa di Piacenza si inserisce in un progetto regionale di valorizzazione della Responsabilità Sociale nelle Imprese attraverso la creazione di reti informali di imprese impegnate nel confronto, scambio e co-progettazione di pratiche di CSR, a livello provinciale.

    I Laboratori, promossi dalle Province e dalle Camere di Commercio, sono già attivi in diversi territori della regione e raccolgono decine di imprese di vari settori e dimensioni che si incontrano in percorsi strutturati di lavoro con testimonianze, fasi di discussione e momenti di progettazione in gruppo su temi di Corportate Social Responsibility (CSR).

    Il progetto Laboratorio per la Responsabilità Sociale d’Impresa di Piacenza è sviluppato in partnership con il Comune di Piacenza e il supporto della Regione Emilia Romagna.


    Imprese del territorio piacentino

    Laboratori, workshop, percorsi strutturati di lavoro con testimonianze, fasi di discussione e momenti di progettazione in gruppo.
    Piacenza
    Per info su sviluppo e trasferibilità del progetto, scrivi a info@piacecibosano.com


    Prodotti del percorso “Responsabilità Sociale di impresa 2016”
    Manifesto della Rete Responsabile e Sostenibile
    RSI – Documento Strategico Partecipato

    Presentazioni del Workshop “Responsabilità Sociale di impresa 2016”
    Calliera_Analisi SWOT
    Bisagni_La risorsa della rete
    Corbo_RSI: una scommessa possibile?
    Vannuzzi_Strumenti per una RSI a tutto campo
    Lamastra_La risorsa del bilancio
    Galli_ CSR, strategia e capacity building
    La Porta_Etichetta intelligente

    Materiale divulgativo
    Commissione Europea_Introduzione alla CSR per le PMI
    Commissione Europea_Questionario di autovalutazione per la RSI nelle PMI

    Sitografia utile

    http://imprese.regione.emilia-romagna.it/rsi

    http://www.bilanciosociale.cameradicommercio.it
    https://www.globalreporting.org
    http://www.storiaolivetti.it

    http://www.villaggiocrespi.it